I migliori romanzi classici della letteratura francese

migliori romanzi classici letteratura francese

Possono essere in grado di sbloccare una situazione difficile o di cambiare una giornata, o ancora volare con la mente, realizzare i propri sogni e cambiare addirittura una vita intera. Parliamo dei libri. Tra le varie letterature più importanti del mondo c’è quella francese, ritenuta tra le più ricche grazie ai suoi scrittori del calibro di Hugo, Proust, Camus, Rimbaud, Balzac o Yourcenar, solo per citarne alcuni. Ma quali sono i migliori romanzi classici della letteratura francese? In questo articolo abbiamo selezionato i migliori 10 romanzi che andrebbero letti almeno una volta nella vita. Scopriamoli insieme!

Alla Ricerca del Tempo Perduto (Marcel Proust)

Si tratta di un capolavoro di 3724 pagine che è entrato di diritto nella storia per essere stato in grado di influenzare la filosofia dell’epoca oltre che la successiva letteratura.

Lo Straniero (Albert Camus)

Camus, con questo suo capolavoro, tratta il dramma dell’assurdità esistenziale attraverso la storia di Meursault, un piccolo impiegato che vive una vita tranquilla, quasi monotona per certi versi, fin quando non uccide, quasi per caso, un arabo.

Notre Dame de Paris (Victor Hugo)

Chi non ha mai sentito parlare di Esmeralda o Quasimodo? Resi noti da uno dei romanzi più importanti della letteratura francesi e del suo celebre scrittore, Hugo: Notre Dame de Paris.

Le Memorie di Adriano (Marguerite Yourcenar)

Con questa lettera lunghissima ed indirizzata al giovane Marco Aurelio, Adriano parla della sua vita, dei suoi pensieri, vissuti in costante contrapposizione tra gli onori ed i doveri militari.

Madame Bovary (Flaubert)

Anche se si tratta del primo romanzo di Flaubert, parliamo di uno dei primi esempi di letteratura realista e che riesce a trattare vari temi, tra cui la vita, la noia, la scrittura o l’adulterio.

Il Capolavoro Sconosciuto (Honoré de Balzac)

Uno dei romanzi più noti del celebre Balzac che si concentra maggiormente sulla psicologia umana o meglio, sull’incapacità del pubblico a saper riconoscere ed al tempo stesso apprezzare il genio artistico.

Il Secondo Sesso (Simone de Beauvoir)

Nonostante sia stato scritto nel ‘900 è, ancora oggi, uno dei romanzi simbolo del movimento femminista.

Il Piccolo Principe (Antoine de Saint-Exupéry)

Un capolavoro di Antoine de Saint-Exupéry aiuta a capire e ad apprezzare le cose più importanti della vita.

Nadja (André Breton)

Romanzo autobiografico di André Breton, il teorico del movimento surrealista, ed in particolare del suo particolare in contro con Léona Delcourt.

Viaggio al Termine della Notte (Louis-Ferdinand Céline)

Con questo viaggio, reale o immaginario, Céline dipinge una parte buia della vita e della società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top